Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Un commento

Novità per il gruppo K-pop della UnionWave con un'italiana: ma deve essere considerato davvero K-pop?

Novità per il gruppo K-pop della UnionWave con un’italiana: ma deve essere considerato davvero K-pop?

| On 25, Feb 2020

La UnionWave Entertainment, società svizzera che finanzia e gestisce questo gruppo K-pop che a breve debutterà, ha rivelato aggiornamenti: il gruppo femminile, ancora senza nome, farà il suo debutto in Corea quest’anno e l’agenzia ci informa che le ragazze si stanno allenando duramente per il loro debutto imminente. A breve avremmo anche le prime cover e teaser. Il gruppo è formato da due ragazze coreane, Gyeongmin e Chaerin, da Najeong di Hong Kong e due ragazze europee, Nia dalla Spagna e Miriam dall’Italia.

“Quindi questo è Kpop? Cioè, non è un’etichetta coreana… Ha solo due membri coreani…
Quali elementi della loro musica dovrebbero essere considerati Kpop?
A parte la lingua coreana… (Non tutte le canzoni in coreano sono Kpop)
Ci sono molti artisti K-pop che pubblicano le loro canzoni in lingua inglese, cinese, giapponese ecc e ciò non significa necessariamente che la canzone cambi genere…
Quindi sono solo un gruppo, giusto? Non un gruppo K-pop?” (Commento di un utente su All-kpop)

Un gruppo K-pop formato e gestito da un’azienda europea con diversi membri stranieri nel gruppo, può essere considerato K-pop? Questa domanda sorge quasi spontanea quando siamo di fronte a gruppi misti, soprattutto quando questi hanno volti occidentali.

Il K-pop, per definizione, è musica pop della Corea del Sud. Fino agli anni Duemila, la musica pop coreana veniva chiamata Gayo, il termine “K-pop” è diventato popolare in Corea successivamente. Sebbene indichi tutta la musica pop coreana, in patria è spesso utilizzato in senso più ristretto per riferirsi solo a quella destinata all’esportazione sul mercato globale, influenzata da stili e generi provenienti da tutto il mondo, con particolare riferimento a quella dei gruppi idol. In sintesi una vera definizione non c’è. Nella maggior parte dei casi i gruppi o idol K-pop sono coreani ma, in realtà, la definizione di K-pop è più legata alla lingua e il mercato principale di riferimento, piuttosto che alla nazionalità di chi canta. Anche la definizione esclusivamente collegata alla lingua, però, non è propriamente corretta perché un canzone K-pop tradotta in giapponese resta K-pop, non diventa J-pop.



Alcuni fan, però, sostengono che implicitamente il K-pop presuppone la nazionalità coreana e quindi stenta ad accettare gruppi come quello della UnionWave, ossia gruppi misti con membri stranieri. Probabilmente sono le stesse persone che hanno come bias nelle BLACKPINK la thailandese Lisa, o adorano Lay degli EXO che è cinese, o Jackson dei GOT7 che è di Hong Kong, o forse Tzuyu delle TWICE che è taiwanese o Mina, Momo e Sana delle TWICE che sono Giapponesi. Spostandoci dall’Asia, magari adorano Felix o Bang Chan degli Stray Kids che sono australiani, oppure sono innamorati di Mark, Jaehyun o Johnny degli NCT che sono statunitensi di nazionalità o Rosé delle BLACKPINK che viene dalla Nuova Zelanda. Possiamo, però, nominare anche Amber o Joshua dei SEVENTEEN anche loro dagli USA, o Jae dei DAY6 che è nato in Cile ma cresciuto in California.

E’ innegabile riconoscere che nascere e crescere in un determinato paese, ti rende parte di quella mentalità e di quella realtà. I ragazzi da famiglie di immigrati che sono nati e cresciuti in Italia si sento anche italiani, come giusto che sia, e anche se hanno i tratti della loro famiglia, spesso la mentalità, al visione della vita e di se stessi è quella italiana, perché sono cresciuti con quella impostazione, vivendo in quella società e frequentando la scuola ecc. Quindi per quanto Lisa abbia tratti asiatici, è impossibile definirla coreana, così come anche Jessica e Kristal, nate da una famiglia coreana, hanno una visione della vita caratterizzata anche dalla loro vecchia esperienza negli USA.

Allora se accettiamo tranquillamente stranieri nel K-pop, perché dovrebbe essere un problema una ragazza italiana o spagnola? Perché la thailandese, il cinese, il taiwanese, il giapponese vanno bene e il resto dei paesi, non è giusto, non è K-pop, non è accettabile? Quando la risposta è ‘perché il K-pop viene dalla Corea del Sud‘ ma poi si accettano membri non coreani, non vi è una contraddizione in termini?

16 cuori per questo articolo

Comments

  1. Mario

    Kpop o no non vedo l’ora di questo debuttp

Lascia un commento

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.