Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

#StayStrongRosé, #TreatJisooBetter, #LisaDeservesBetter e la paura che qualcuno nelle BLACKPINK sia trattata male dalla YG

#StayStrongRosé, #TreatJisooBetter, #LisaDeservesBetter e la paura che qualcuno nelle BLACKPINK sia trattata male dalla YG

| On 10, Feb 2020

#StayStrongRosé, #TreatJisooBetter, #LisaDeservesBetter sono solo alcuni degli hashtag che circolano periodicamente sul web per sostenere alcune delle ragazze della BLACKPINK. L’unico membro per cui non si è avviata una richiesta di un trattamento migliore sembra, ad oggi, essere Jennie, questo anche perché lei è la più conosciuta e popolare del gruppo.

La paura che qualcuno nelle BLACKPINK sia maltrattata è davvero reale? Analizziamo alcuni dei punti chiave dei timori dei fan per tutti gli Hashtag sopra citati.

#StayStrongRosé

Da mesi ormai tra i fan delle BLACKPINK si è scatenata la paura di un maltrattamento nei confronti di Rosé: mentre le altre tre ragazze sono attive anche singolarmente, Rosé sarebbe quella a cui non viene mai concessa attenzione e che, inoltre, viene obbligata a fare cose e avere determinati atteggiamenti dalla sua agenzia. #StayStrongRosé è diventato trend ad agosto 2018, ogni tanto torna in classifica dei tweet più utilizzati ed è il modo in cui i fan delle BLACKPINK e della ragazza chiedono una gestione diversa del gruppo e di Rosé alla YG.

1) Incidente della copertina del magazine BAZAAR
Vi fu un photoshoot e tutti i membri del gruppo hanno avuto una copertina da solista in vendita, tutte tranne Rosé. Anche in pubblicità per capelli spesso Rosé è l’unica esclusa. Jennie è la bambola di Chanel fin dal debutto, Lisa è ambasciatrice di CELINE, Jisoo rappresenta Dior dal debutto, Rosé sembra essere diventata sponsor di Saint Laurent solo nell’ultimo mese.

2) Atteggiamento del padre di Rosé
Una fan ha pubblicato un post su instagram dove vi era scritto: “Attività solista delle BLACKPINK nel 2019 (metà anno): Jisoo (Arthdal Chronicals, Bazaar Magazine e Daze Magazine), Jennie (Vouge Korea, Hera, Bazaar Magazine e Daze Magazine), Lisa (Pubblicità a Moonshot e a Samsung, CF di Ais, Celine FW) e Rosé nulla” e il padre di Rosé ha messo mi piace al post, prima volta in assoluto che lui mette mi piace a un post sulla figlia.

3) Il post su Instagram caricato ‘da un amico’
Rosé ha pubblicato ad agosto su Instagra uma citazione di Marilyn Monroe: “Io credo che tutto accada per una ragione. Le persone cambiano perché tu possa imparare a lasciarle andare via. Le cose vanno male perché tu le possa apprezzare quando invece vanno bene, credi alle bugie perché poi imparerai a non fidarti di nessuno tranne che di te stesso, e qualche volta le cose buone vanno in pezzi perché cose migliori possano accadere” una frase molto ambigua che ha generato un grande supporto all’idol proprio con l’hashtag #StayStrongRosé. Diversi giorni dopo in una live, Rosé ha detto che lei ama collezionare citazione e un suo amico, per sbaglio, ha caricato quella sul suo account.

4) YG obbliga Rosé ad avere un’immagine carina e dolce
Rosé ha l’immagine più dolce e carina del gruppo e anche quando canta lo fa con tonalità alte. In questo video potete sentire i brani cantati da Rosé pre-debut e la sua voce da quando è entrata nelle BLACKPINK.
Molti temono che la voce nelle BP sia ‘forzata’ e che si stia rovinando la voce. In realtà questa può essere la sua tecnica e, se fatta bene, questo non le porterà danni alle corde vocali.

Così come anche nel parlare ai fan, alcuni credono che Rosé sia obbligata a fare la voce carina e in questo video, per sbaglio, non se ne accorge e parla normalmente per qualche secondo prima di tornare a essere ‘cute’.

#TreatJisooBetter

Jisoo, insieme a Rosé, è tra i membri con meno fan e meno conosciuti e la ragazza è stata anche lei protagonista di un hashtag per supportarla dopo che i fan hanno notato un maltrattamento nei suoi confronti!

1) Il caso Adidas
Le BLACKPINK sono il volto ufficiale dell’Adidas in Corea del Sud e i BLINK sono rimasti delusi nel vedere che Jisoo appariva molte meno volte nelle immagini di promozioni del marchio rispetto alle sue colleghe. Che sia nel negozio come poster o nei post su twitter, spesso Jisoo aveva una sola immagine o era del tutto assente. Anche nello spot Adidas Jisoo è presente solo per qualche secondo.

2) La distribuzioni delle parti nelle canzoni
Jisoo è in assoluto quella che canta di meno nelle canzoni delle BLACKPINK, in media canta il 18% dei brani. La canzone in cui canta di più è ‘DDU-DU DDU-DU’ con il 24,9%, quella in cui canta di meno è ‘Forever Young’ con solo il 10,4%, in questo stesso brano Jennie canta per il 34.3% del tempo.

3) Assenza di attività soliste
Jisoo non ha realmente delle attività da solista nell’ultimo periodo, CF o drama e anche nello spot della Sprite, dove è insieme a tutto il gruppo, il suo cut è di soli 0.3 secondi, in pratica un battito di ciglia.

4) Maltrattata anche dai fan
Insieme a Rosé è il membro che ha meno fan (questo dato per Jisoo è da considerare solo in ambito internazionale visto che in Corea del Sud invece è la seconda più popolare) ma a volte questo è stato così evidente da essere imbarazzante anche solo da vedere: video in cui nessuno la saluta, nessuno la guarda o la considera anche in eventi ufficiali.

#LisaDeservesBetter

Lisa è famosissima insieme a Jennie ma, a differenza di quest’ultima, la sua popolarità è soprattutto internazionale. In Corea del Sud, invece, Lisa non è molto apprezzata e anche fisicamente è stata spesso oggetto di critiche e attacchi.

1) Gli abiti riciclati
Lisa in più di un’occasione, esibizione o concerti, ha indossato abiti già mostrati prima dalle ballerine di Jennie nel video musicale da solista ‘Solo’. In totale sono stati individuati tre top-magliette delle ballerine di Jennie riciclate per Lisa in tre diverse occasioni.

2) La distribuzioni delle parti nelle canzoni
Lisa aveva molte parti nelle prime canzoni delle BLACKPINK, anche se rapper, le quote delle canzoni veniva distribuite nel suo caso in modo abbastanza corretto: anche se in ‘BOOMBAYA’ canta solo nell’11,8% del brano in ‘Playing With Fire’ era presente per il 28.8% e in ‘AS IF IT’S YOUR LAST’ per il 31%. Nei due brani successivi, portati anche all’estero, la sua percentuale è crollata intorno al 20%.

Intanto la situazione delle Blackpink in generale non è rosea: il comeback è stato costantemente rimandato, adesso al 2020 e, purtroppo, sappiamo come la YG su questo punto sia molto incoerente.

22 cuori per questo articolo

Lascia un commento

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.