Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Jang Jae In dopo 11 anni parla della violenza sessuale subita

Jang Jae In dopo 11 anni parla della violenza sessuale subita

| On 25, Set 2020

La cantante sudcoreana Jang Jae In ha rivelato su Instagram parte del suo passato, delle sue lotte psicologiche, problemi affrontati e, purtroppo, anche di essere stata vittima di violenza sessuale quando aveva solo 18 anni.

“Mi ci sono voluti 11 anni per tirarlo fuori. Ho iniziato a lavorare su questo album dopo quell’incidente. Un anno dopo, ho ricevuto una chiamata dalla polizia, che mi informava che avevano catturato il violentatore. La persona che mi ha fatto questo si è rivelato essere un ragazzo della mia stessa età. A quel tempo avevo 19 anni (età coreana)” ha detto il cantante.

Ha continuato rivelando che il colpevole era stato vittima di bullismo. Secondo Jae In, è stato costretto da un gruppo di persone ad aggredirla. “Un inverno stavo passando di lì e mi hanno visto. A quanto pare, i suoi bulli gli hanno promesso che se mi avesse fatto del male, non lo avrebbero più disturbato” ha ricordato Jae In.

“Era difficile da sentire perché se lui era una vittima, allora cosa diavolo ero io? Cosa ho passato? Solo il pensiero è già straziante. Penso che sarebbe stato già sufficiente se qualcuno mi avesse detto che non è stata colpa mia.” ha confessato Jae In. La ragazza ha anche aggiunto di aver avuto difficoltà a trovare un professionista con cui riuscire ad affrontare quanto accaduto, anche perché al tempo non era ben vista una persona che andava in terapia. Ha lottato con l’ansia estrema, convulsioni, mancanza di respiro, insonnia e anoressia e, lentamente, è riuscita a superarlo e adesso vuole raccontare tutta la sua storia con la sua musica, finendo quelle canzoni iniziate 11 anni fa.



9 cuori per questo articolo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.