Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

I K-drama dovrebbero avere stagioni? Perché fin'ora non lo aveva fatto nessuno?

I K-drama dovrebbero avere stagioni? Perché fin’ora non lo aveva fatto nessuno?

| On 12, Lug 2020

I K-drama non hanno, quasi mai, avuto diverse stagioni: nella maggior parte dei casi avevano una sola stagione, generalmente composta da meno di venti episodi, eppure le cose stanno cambiando.

Una seconda stagione di “Love Alarm”, K-drama della Netflix, è stata recentemente conclusa di registrare. Gli esempi, però, nell’ultimo anno sono stati più di uno.

In Corea, i drama settimanali sono tradizionalmente trasmessi in due o quattro segmenti di mezz’ora ogni settimana e di solito durano tra i 16 e i 20 episodi, che vanno dalle 8 alle 10 settimane. Ogni drama ha di solito una stagione, con una trama che ha un arco definito e una risoluzione.Questo rende l’esperienza di guardare un k-drama più come guardare un lungo film che guardare una serie tv americana.

“Il fatto che ci sia una stagione è una delle cose che mi piacciono di più dei k-drama” ha detto Lalya Gaye, una fan, “Mantiene le cose compatte e ottieni una storia completa, con un inizio e una fine definito – a differenza delle serie tv statunitensi che tendono a chiudere verso la quinta stagione, quando hanno esaurito le idee o vengono cancellati, con una finale approssimativo e senza dare le risposte a tutti i quesiti posti in tanti episodi.”

L’avvento di Netfix e le prime produzioni firmate da questo sito, stanno cambiando le cose, come ‘Love Alarm’, anche ‘Kingdom’ ha più di una stagione, anche se la prima stagione è durata solo sei episodi nel 2019 e la seconda stagione, prevista per la primavera del 2020, dovrebbe avere la stessa lunghezza. ‘First First Love’, con Ji Soo e Jung Chae-yeon, ha avuto una seconda stagione a distanza di anno; ‘Arthdal ​​Chronicles’, con Song Joong-ki e Jang Dong-gun, è andato in onda su tvN ogni sabato e domenica in Corea, a partire dal 1 giugno 2019. Le prime due “stagioni” di questo contenuto, concesso in licenza, sono state rilasciate su Netflix a giugno e luglio, con la terza “stagione” in onda a settembre.

“I seguaci dei drammi coreani sono abituati a poter finire una trama senza aspettare” ha dichiarato Jean Libert, ciò provoca la soddisfazione simile a quella della chiudere di un libro, di una storia, prima di passare al prossimo.

La ‘seconda stagione’, però, sta iniziando ad avvenire anche al di fuori di Netflix, come nel caso del drama della tvN ‘Signal’ (del lontano 2016) che a breve avrà una nuova serie. Fino a questo momento le seconde stagioni nella tv tradizionali coreane, sono state più spin off o serie con altri protagonisti (La serie Reply, I Need Romance, Vampire Prosecutor, God’s Quiz), mentre seconde stagioni in senso stretto spesso vengono utilizzate nel web-drama.

Voi cosa ne pensate? Preferite una o più stagioni?

6 cuori per questo articolo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!