Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Soojin delle (G)I-dle risponde con durezza a tutte le accuse in un lunghissimo post

Soojin delle (G)I-dle risponde con durezza a tutte le accuse in un lunghissimo post

| On 19, Mar 2021

Soojin delle (G)I-dle ha pubblicato un lunghissimo post su Instagram dove ha negato, una dopo l’altra, tutte le accuse che le sono state rivolte, da quelle di bullismo di utenti anonimi fino alla questione che coinvolge l’attrice Seo Shin Ae.

Attraverso un lungo post su U-CUBE, Soojin ha espresso le sue più sentite scuse per aver causato molti a preoccuparsi, ma ha negato tutto con forza e ha anche chiesto a Seo Shin Ae di rilasciare una dichiarazione ufficiale sulla questione.

“Buongiorno, sono Soojin. Prima di tutto, vorrei trasmettere le mie scuse a tutti coloro che si sono preoccupati a causa di questo problema. Cercherò di parlare dal mio punto di vista delle voci e delle accuse che mi circondano.

I punti da 1 a 6 contengono il mio punto di vista nei confronti del primo accusatore in assoluto (l’accusatore di Instagram che si fa chiamare “inutile” della vittima . La presunta vittima sarà d’ora in poi chiamata “B”).

1. Il motivo per cui sapevo chi ha scritto il post
Qualche tempo prima del caricamento dell’esposizione, alcuni miei compagni di scuola hanno ricevuto richieste delle mie fotografie da B.
Dato che siamo state amiche per un breve periodo durante i miei giorni di scuola, ricordo ancora il nome di B-Unnie, quindi quando ho visto per la prima volta il commento accusatorio su Wikitree con le mie iniziali, ho trovato anche il nome su Instagram. Conosco B non perché lei era la mia vittima di bullismo.

2. La ripetizione di affermazioni sulla trombocitopenia (TCP)
Fin dal primo post accusatorio, affermano che a causa dello stress causato da me, B aveva sviluppato la patologia TCP/trombocitopenia. Lo hanno affermato come se fosse confermato.
Ma all’incontro tra B-Unnie e il rappresentante della mia azienda, il periodo di tempo in cui sostenevano che si fosse manifestata questa malattia era intorno al mio ultimo anno di liceo. Questo è stato un bel po’ di tempo dopo le scuole medie, quando c’è stato il presunto bullismo. Quindi abbiamo detto loro che era improbabile che questo fosse stato causato dalla violenza scolastica.
Dopo l’incontro, nel post che hanno caricato, hanno ripetuto le informazioni non confermate che, sebbene la violenza scolastica non fosse la ragione, potrebbe esserci una certa influenza.
Dopo aver ricevuto critiche, alla fine ne hanno cancellato tutte le menzioni alla malattia.

3. La discussione al telefono
In primo luogo, durante l’incontro con B, mi sono scusata più volte, sinceramente, per averla insultata al telefono. Ma non ho potuto riconoscere nessuna parte delle accuse di bullismo. Quando stavo elaborando la mia prima dichiarazione, ricordavo l’incidente telefonico, ma non ricordavo l’incidente del succo come hanno spiegato loro. Quindi ho detto, semplicemente, di non ricordare. Ripensandoci ora, l’affermazione potrebbe aver causato confusione e quindi accetterò tutti i rimproveri al riguardo.
Questa è quanto ricordo di allora. Avevo promesso di uscire con B e sono andata nel luogo dell’appuntamento per aspettarla. Ho aspettato a lungo ma B non è venuta. Quando l’ho contattata, improvvisamente ha detto che non poteva più venire. Non è la prima volta che B faceva cose del genere. Da giovane, non riuscivo a trattenermi e l’ho insultata al telefono. La chiamata era solo tra me e B e non c’era nessun altro amico presente nella chiamata. È chiaramente colpa mia se non sono riuscita a esprimermi bene, ma non è stato il caso in cui mi sono arrabbiata facendo la prepotente sena motivo. Nel momento in cui ho imprecato, B non ha chiuso la chiamata. B era un’adulta allora e lei ha rimproverato me, una studentessa delle medie, per aver imprecato e io ho chiesto scusa. La chiamata è terminata. Durante la chiamata, B è ha menzionato l’incidente succo a tutti e sono stato in grado di spiegare le mie motivazioni. Anche se B mi ha ridato i soldi alla fine, non li ho accettati. Dopo quella chiamata, il rapporto tra me e B è diventato sempre più freddo-
Non ho mai fatto atti di bullismo o condotto violenze verso B. A parte gli insulti che vi ho descritto, non ho mai fatto atti di bullismo verso nessuno.

4. Per quanto riguarda le lezioni di educazione fisica
Secondo B-Unnie, durante la lezione di educazione fisica B rise quando lo studente Oh chiamò lo studente Nam invece di Kim. La studentessa Oh mi ha riferito che B le ha detto che io l’ho rimproverata di fronte a molte persone nel corridoio vicino ai bagni. E’ tutto falso. Dopo aver confermato con Oh, c’era solo un insegnante di educazione fisica a scuola in quel momento e come primi anni, non c’è alcuna possibilità che Oh e Kim avrebbero preso lezioni insieme perché non sono della stessa classe. Non capisco come possano essere sorti i problemi con il nome,
poiché è stato affermato che il problema è avvenuto di fronte a molte persone, ho cercato di confermarlo. Non c’era nessun compagno di scuola che ho contattato che potesse verificare il problema. Vorrei dire che tutta questa cosa non è accaduta.

5. Per quanto riguarda i DM citati come prova e su altre accuse di bullismo
C’è stato un incidente in cui mia madre è stata chiamata a scuola a causa dell’apertura di un comitato per la violenza nella scuola. Tuttavia, è stato un incidente in cui sono stata chiamata nonostante io non fossi correlata alla questione. Ricordo come mia madre uscì dalla sala delle riunioni piangendo. Mia madre non ha mai agito con compiacenza. Successivamente, gli insegnanti hanno parlato con gli studenti in privato e attraverso questo è stato rivelato che non ero io colpevole.
Hai detto che ho ammesso atti di bullismo? Come ho detto sopra, è stato rivelato che sono stata nominata capro espiatorio e mia madre è stata chiamata a scuola per questo. Questo significa forse che il comitato è stato aperto a causa mia?
Durante l’incontro con B, ne ho parlato anche con lei. Trattandosi di un comitato privato, le ho chiesto di spiegare la situazione alla quale non ha saputo rispondere. In seguito, ha detto che non sapeva molto. Sento che ha caricato il post senza sapere chiaramente la questione e ha persino trascinato la mia famiglia dentro.
Durante la riunione, ho espresso chiaramente che la commissione non c’entra nulla con la nsotra questione. Ha cambiato discorso e ha detto che nei suoi postha solo spiegato che il comitato per la violenza scolastica era stato aperto.

6. Il motivo per cui ho usato un rappresentante invece di incontrarmi personalmente per il primo incontro
Dopo che il messaggio di accusa è stato pubblicato, la mia azienda ha richiesto un incontro con me e B tramite DM. Tuttavia, il fidanzato di B ha detto che lei era a disagio con me e ha rifiutato di incontrarsi personalmente. Quindi l’azienda ha scelto di tenere in considerazione B e ha suggerito di incontrarla con un rappresentante. Volevo parlare personalmente con B, ma quando abbiamo ricevuto il DM che B era a disagio, abbiamo continuato lasciando che il rappresentante si incontrasse invece. Non stavo cercando di evitare di incontrarla personalmente.
Durante l’incontro che ho avuto con B, B ha riconosciuto che avevo chiesto di incontrarla prima anche con lei.

7. L’amica che ha ballato con me durante il diploma
Ricordo di essere andata molto d’accordo con quell’amica dal terzo anno di liceo in poi, ma non ci siamo più contattati dopo il diploma. Non era una persona con cui andavo in giro a scuola, ma ricordo di averla frequentata dopo la scuola. Pensavo fossimo vicini perché sapevo delle vicende della sua famiglia.
Non c’è nessun incidente in cui l’ho chiamata a casa mia con la scusa di mangiare un pasto in modo che potessi farle memorizzare la coreografia due giorni prima della cerimonia di diploma. Si è allenata con me per un mese e mezzo a casa mia e mio padre sa chi è quell’amica, così come i proprietari della casa sottostante ci hanno riprese spesso per il troppo rumore.
Abbiamo inviato i file musicali alcuni mesi prima alla scuola tramite e-mail e nelle nostre caselle di posta c’è anche una prova.

8. Per quanto riguarda i post su Instagram di Seo Shin Ae
Proprio come menzionato nella dichiarazione originale, non ho mai conversato con Seo Shin Ae durante i miei giorni di scuola. Prima di questo incidente, non sapevo nemmeno in quale classe fosse.
Le cose di mettere le sigarette nella sua scrivania o rubare le sue lettere, non sono tutte fatte da me.
Ne ho sentito parlare per la prima volta durante questo incidente. Questo è quanto, non sapevo nulla riguardo alla mia compagna di scuola, Seo Shin Ae. Non l’ho mai resa vittima di bullismo o insultata.
Ogni volta che rilascio una dichiarazione, i post di Seo Shin Ae vengono pubblicati e molti hanno frainteso la tempistica, pensando che io l’abbia bullizzata.
La nostra azienda ha contattato la sua ma non abbiamo avuto risposta.
Poiché mi sono comportato in modo onesto, le chiedo con forza di fare una dichiarazione al riguardo in modo chiaro.

9. Riguardo all’incidente con la giacca imbottita
Non so come chiarirlo perché non è mai avvenuto. Tuttavia, posso spiegare come la questione caricata dall’accusatore è difficile da credere.
Ha detto che durante il periodo del presunto bullismo, un amico si è fatto avanti per aiutarla e confortarla. Dopo aver verificato con quell’amico, anche quell’amico non si è ricordato di questo problema.
Mentre le persone le chiedevano di dimostrare che l’imbottitura era scarabocchiato, lei ha detto che l’aveva già venduta quella giacca. Non lo ha venduto allora, ma di recente. Quindi, è stata venduta una giacca di 10 anni fa da poco tempo. Ha detto di aver chiesto all’acquirente di inviare una foto, ma guardando i registri della chat tra l’acquirente e il venditore, è stato scritto che gli scarabocchi non erano cancellabili. Tuttavia, l’acquirente ha risposto che gli scarabocchi si sono lavati via durante il primo bucato. È difficile credere che degli scarabocchi fatti 10 anni fa con pennarelli indelebili, vadano via con un primo lavaggio.
Nell’elenco di vendita, non indicava da nessuna parte che il prodotto fosse danneggiato. È fondamentale affermare se l’articolo è danneggiato e in origine, se si desidera vendere un articolo danneggiato, si caricheranno le immagini del punto in cui è stato danneggiato. Tuttavia nulla di tutto ciò è stato fatto.
Inoltre, i prodotto nell’elenco di vendita non è un articolo uscito quando ero alle medie. Dopo averglielo fatto notare, l’accusatore ha detto che si è confuso. Dopo che è stata richiesta loro di controllare l’articolo, controllare la marca e l’anno, non hanno più pubblicato alcun post.
La prima volta che è emerso il problema della giacca imbottita, l’accusatore era in classe 2, anno 3. Hanno detto che ero in classe 1 e hanno affermato che la classe 1 conteneva tutti i bambini problematici. Purtroppo io in quell’anno ero in classe 2 e l’insegnante era un insegnante di inglese. Ad ogni modo, la classe 1 non era una classe di ragazzi problematici e l’accusatore non era nemmeno sicuro in quale classe si trovassero, andando avanti e indietro tra la classe 2 e 5.
Hanno detto che avevo degli amici nella loro classe, quindi ci andavo spesso, ma i miei amici più cari durante l’anno 3 erano nella mia classe, quindi non ricordo di essere andato ad altre classi per uscire.
Le classi 1 e 2 erano nello stesso piano e le altre classi erano un piano sopra. L’accusatore ha affermato che andavo spesso di sopra a trovarlo, il che non può essere vero. Quindi è tutto falso.

10. Qualsiasi altra accusa di aver schiaffeggiato o reso reietti è falsa.
Penso di non essere in grado di spiegare in dettaglio cose che sono false. Non ho mai fatto cose del genere durante i miei giorni di scuola.
Ho cercato di parlare oggettivamente senza essere emotiva e ho cercato di non distorcere la verità. Il motivo per cui la mia dichiarazione è in ritardo, non è perché ho qualcosa da nascondere. Piuttosto, penso che nella mia posizione, le mie parole avranno un enorme effetto sugli altri, quindi ho cercato di stare attenta, come la necessità impone. So che ogni singola parola richiede responsabilità e che può avere un impatto enorme.

Quando è stata caricata la mia prima dichiarazione, sono stato etichettata come una colpevole a causa del post di una particolare attrice. Dato che dovevo affrettarmi e rilasciare una dichiarazione, ne ho scritta una senza pensarci due volte e questo in realtà ha causato soltanto più malintesi. Quindi, ho pensato che la mia prossima dichiarazione dovesse essere più ponderata. Tuttavia, non ho mentito nella mia prima dichiarazione.
Sapevo che ammettere di aver fumato ai tempi della scuola sarebbe stato un duro colpo come idol di sesso femminile. Tuttavia, per essere onesta con tutti, mi sono messa in gioca e l’ho ammesso. Ho fumato un paio di volte per curiosità, ai tempi della scuola, e so quanto sia sbagliato. Accetterò tutti i rimproveri per questo. Mi dispiace davvero.

In seguito, abbiamo proceduto con azioni legali riguardanti le voci create e le bugie e saranno trattate secondo legge. Se c’è una parte in cui ho sbagliato, ovviamente mi ritirerò dalla squadra e riceverò una punizione. Questo è un dato di fatto. Ma spero che venga alla luce la verità riguardo alle cose che non ho fatto. Ancora una volta, mi scuso profondamente per aver causato un putiferio e riguardo a questo argomento sarò onesto fino alla fine.
Grazie.”

6 cuori per questo articolo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.