Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Si lavora anche 15 ore al giorno sul set dei drama in Corea del Sud

Si lavora anche 15 ore al giorno sul set dei drama in Corea del Sud

| On 01, Nov 2018

Il Centro per i diritti del lavoro della Hanbit Media, in un suo ultimo studio, ha dimostrato che diversi drama, e le rispettive società di produzione, non hanno rispettato gli standard lavorativi e le linee giuda previste nel Codice del lavoro coreano, aggiornato a novembre 2017 dal Ministero stesso. Tra le aziende denunciate grandi colossi come CJ ENM, Studio Dragon, Kim Jong Hak Production, iWILL Media e CRAVE Works.

Secondo gli standard imposti il numero totale di ore lavorative in una settimana devono essere massimo 68 ore (9/10 ore al giorno): drama come “The Player” e “The Guest” hanno registrato abitualmente per più di 100 ore a settimana, ossia oltre 14-15 ore al giorno.

Nel caso del dramma “The Player”, un membro dello staff è svenuto improvvisamente a causa della stanchezza e altri hanno rivelato che sono pagati per episodio e non per ore: quindi che siano 8 o 14 ore di lavoro non vi era alcuna differenza. Anche “The Guest” è passato da 87 ore e 35 minuti di lavoro della seconda settimana a 95 ore e 40 minuti della terza, non sono stati pagati gli straordinari o le spese per lavoro fuori da Seoul. “Room No. 9” delle tvN ha tenuto una ripresa di 20 ore il 1 ottobre senza il consenso dello staff e che “Priest” della OCN ha costretto un cameramen a riprendere per tutta la notte.

Hanbit Media chiede più controllo e che il Ministero per l’impiego e il lavoro indaghi rapidamente e infligga severe punizioni a queste società per tutelare i lavoratori.

11 cuori per questo articolo

Lascia un commento

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.