Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Ph-1 chiede ai falsi rapper di andare via in "PACKITUP!", attacco violento all'artista medio coreano

Ph-1 chiede ai falsi rapper di andare via in “PACKITUP!”, attacco violento all’artista medio coreano

| On 22, Mag 2020

Il rapper Ph-1 è tornato con il nuovo singolo “PACKITUP!” (tratto dal mixtape ‘X’) dove chiede ai falsi artisti, quelli che fanno canzoni per se stessi o per raggiungere la fama, di “fare i bagagli” e uscire dal mondo della musica.

Ancora una volta Ph-1 combatte per ciò in cui crede, a volte a danno della propria reputazione, come già è avvenuto nel 2018 in un’intervista approfondita con HiphopKR in cui spiega degli artisti in Corea del Sud che devono rimanere fedeli alla loro immagine hip hop, specialmente in una società che si aspetta che gli artisti siano educati e rispettosi sul palco. Il pubblico coreano, spiega Ph-1, si preoccupa di più dell’artista che della persona: devono prima apprezzare l’artista come un buon essere umano, che non fa nulla di male, che non dice nulla che possa essere una controversia e con un bell’aspetto. E’ come se amare quell’artista come persona venga prima di amare il talento artistico. In Corea, una persona cattiva o una persona controversa, può vedersi bandire la propria musica oppure, boicottata.

Nell’MV pH-1 giuda con una macchina fino a un posto disabitato, mette un corpo nel cofano e inizia a distruggere l’auto con una mazza da golf. L’atto deliberatamente violento è sorprendente, soprattutto se si considera la sua umile educazione cristiana, Ph-1 è un grande credente cresciuto col gospel e nella sua musica cerca sempre di inserire cori o musiche tipiche della chiesa.

“PACKITUP!” è una traccia minimalista, fortemente influenzata dai ritmi hip-hop della old school, una canzone semplice che crea spazio al testo potente di pH-1. Afferma che mentre la sua produzione musicale non ha mai riguardato le classifiche, altri si sono concentrati su influenza e fama, “facendo flop” che sono “irriverenti nei confronti degli ascoltatori”. Sottolinea ulteriormente questa idea con la frase “La musica non ha importanza se hai una buona immagine e buona reputazione, giusto?”

Successivamente attacca i critici del settore e “robot che eseguono numeri”, ovviamente alla fine fa riferimento alle controversie sulla manipolazione delle classifiche / ‘sajaegi’. In risposta a ciò, pH-1 afferma che non rinuncerà al combattimento sventolando “nessuna bandiera bianca”.

L’ultima parte ribalta l’intero brano con ‘Farò meglio a iniziare a fare le valigie’ comunicando la necessità che lui mantenga il suo cuore onesto e continui questa giusta lotta. Ciò è in sintonia con gli ideali di pH-1 di continuare a migliorare se stesso e creare musica con un messaggio piuttosto che qualcosa solo per fare soldi e scalare le classifiche.



5 cuori per questo articolo

Lascia un commento

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.