Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Jung Joon Young ammette i suoi crimini e annuncia il ritiro dalle scene

Jung Joon Young ammette i suoi crimini e annuncia il ritiro dalle scene

| On 12, Mar 2019

Jung Joon Young ha condiviso una lettera di scuse in cui ha ammesso i suoi crimini, ossia di aver ripreso illegalmente filmati durante incontri sessuali senza il consenso delle ragazze e di averle diffuse su chat.

“Vi scrivo per vergogna e senso di colpa.
Io, Jung Joon Young, ho ancora una volta realizzato la gravità di questa situazione dopo il mio ritorno in Corea il 12 marzo. Anche se è già tardi, mi scuso con questa lettera con tutte le persone che hanno mostrato interesse per me e mi hanno dato una seconda possibilità.

Riguardo a ciò che viene detto, ammetto tutti i miei crimini. Ho filmato donne senza il loro consenso e ho condiviso i video in una chat e mentre lo facevo non provavo un grande senso di colpa. Come personaggio pubblico, si tratta di un atto non etico, degno di critica e di un’azione senza raziocino.
Più di ogni altra cosa, mi inginocchio e mi scuso con le donne che appaiono nei video che hanno appreso questa orribile verità adesso e per le molte persone che devono essere arrabbiate per la situazione.

Mi sto ritirando da tutti i programmi in cui lavoravo e sospenderò tutte le attività nel settore dell’intrattenimento. Mi ritiro come una figura pubblica, non per auto-riflessione, e rifletterò per il resto della mia vita sulle mie azioni immorali e illegali.
Più di chiunque altro, mi scuso con le donne che hanno vissuto grandi sofferenze a causa delle mie azioni, con le molte persone che devono provare rabbia ancor più della delusione e con le molte persone che mi hanno reso una figura pubblica e mi hanno amato.

Sinceramente parteciperò senza bugie alle indagini e accetterò la punizione per le mie azioni.
Mi scuso ancora una volta profondamente. Mi dispiace.”

21 cuori per questo articolo

Lascia un commento

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.