Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Chiariti i rumors su Samuel Kim di "Produce 101"

Chiariti i rumors su Samuel Kim di “Produce 101”

| On 21, Mar 2017

Da quando il programma “Produce 101“, nella versione maschile, è iniziato, i partecipanti non hanno avuto vita facile e qualche loro “marachella” fatta in passato è uscita allo scoperto.

Quello che però è accaduto a Samuel Kim è diverso. Su di lui niente è stato scoperto, ma si sono innalzati, tra i fans, i rumors che il giovane cantante fosse vittima di bullismo da parte dei suoi compagni di scuola. Ad innalzare il polverone è stata una foto postata sui social da un compagno di classe di Samuel e un messaggio in cui Samuel veniva colpito e preso in giro “per scherzo” per il suo nome “Punch” (che significa appunto “pugno“) e per il suo MV.

Vedendo queste foto, le fans si sono preoccupate per Samuel, ma di recente sono state rilasciate nuove foto che chiariscono quello che sia veramente accaduto tra Samuel e uno dei suoi compagni di classe.

 

I due si sono scambiati dei messaggi e l’amico di Samuel ha chiesto il permesso, al diretto interessato, di postare la foto. Nei messaggi possiamo leggere: “Amico: Muel; Samuel: Che c’è?; A: Posso postare una tua foto su Instagram?; S: Quale foto? Non postare niente di strano; A: Niente di tutto questo. Questa (allega la foto); S: Non puoi (hahahaha) se postassi davvero la mia foto saresti spacciato; A: Eh? Perchè?; S: Io ti seguo e i fans seguirebbero anche te“.

Non ci è dato sapere come si sia conclusa la conversazione, ma è alquanto evidente che i due siano davvero amici, altrimenti il ragazzo, amico di Samuel, non gli avrebbe mai chiesto il permesso di postare quella foto e se alla fine è stata postata, vuol dire che Samuel gli ha datto il via libera.

È un sollievo sapere che nessun atto di bullismo è stato fatto nei confronti del giovane ragazzo. E voi, state seguendo “Produce 101“?

29 cuori per questo articolo

Lascia un commento

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.