Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Sunmi racconta della morte del padre

Sunmi racconta della morte del padre

| On 07, Dic 2018

Nell’episodio di “Talk Mon”, canale tvN, Sunmi ha spiegato il motivo per cui ha scelto di diventare una celebrità.: “Non avevo intenzione di condividere questa storia, ma onestamente, la ragione per cui ho deciso di diventare una celebrità è mio padre. Quando ero in quinta elementare, vivevo con i miei due fratelli più piccoli e mio padre. Mio padre era malato e continuava a peggiorare, viveva a casa con un respiratore ma è stato trasferito in ospedale perché le sue condizioni erano peggiorate, quindi la nostra famiglia ha dovuto affrontare difficoltà finanziarie: sono diventata il capofamiglia. Mio ​​padre non poteva fare nulla quindi mi preoccupavo del futuro: i miei insegnanti volevano che diventassi anche io un’insegnante ma per farlo dovevo studiare almeno altri 10 anni e come avrei aiutato la mia famiglia?”

Ha continuato: “Quindi ho pensato di dover diventare una celebrità. A quel tempo, credo che fosse il modo più veloce per fare soldi. In quel periodo BoA stava promuovendo attivamente, così pensavo di dover diventare come lei. Quindi sono salita su un bus e ho iniziato a fare audizioni, poi a 14 anni ho superato le audizioni JYP e sono diventato una trainee. Non c’era nessuno che potesse prendersi cura di mio padre così i miei fratelli più piccoli si sono presi cura di lui mentre io ero una trainee a Seoul.” Sunmi frequentava la scuola media e aveva 14 anni mentre i suoi fratelli minori avevano 12 e 10 anni.

Sunmi ha dichiarato: “Mio padre contava molto su di me e a volte si sfogava con me, ho sempre risposto ai suoi messaggi ma il periodo di training era difficile. Poi un giorno ho ricevuto un messaggio da mio padre, ‘Papà sta per andare via’, non ho risposto, perché pensavo fosse un momento di tristezza di mio padre ma è morto il giorno dopo… “

Ha continuato: “È morto tre mesi prima del mio debutto, mio ​​papà sognava anche lui di diventare un cantante. Sono tornata a casa per i suoi funerali e c’era una lettera che mio padre mi aveva scritto e alla fine la frase: “Per favore, rinasci come mia figlia anche nella prossima vita”.

Sunmi, in lacrime, ha detto: “Nel mio cuore mi sento ancora in colpa per non aver risposto alle sue chiamate e al suo messaggio…”

27 cuori per questo articolo

Lascia un commento

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.