Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Quali sono state le canzoni nel K-pop più brutte del 2019?

Quali sono state le canzoni nel K-pop più brutte del 2019?

| On 17, Gen 2020

Non sempre tutte le ciambelle escono col buco e a volte anche il nostro artista preferito può pubblicare un brano che non riusciamo a farci piacere. Tra i rilasci K-pop del 2019 quali sono stati quelli che non riescono proprio a entrare nella vostra playlist? Quali canzoni o comeback sono stati proprio una delusione?

Partendo dalle recensioni di un noto blog in lingua inglese, THE BIAS LIST, che si occupa di dare pareri soggettivi sui vari comeback del K-pop da ormai moltissimi anni, stiliamo una classifica dei peggiori singoli del K-pop rilasciati nel 2019 (secondo l’opinione del blog, ovviamente!)

Analizzate la lista basata sui pareri di THE BIAS LIST, commentali e fateci sapere la vostre personale classifica dei ‘Flop K-pop 2019’! 

JBJ95 – Only One | VOTO 5.75

“Il duo JBJ95 mi ha impressionato con ‘Spark’ questa estate, ma sfortunatamente ‘Only One’ si unisce al mucchio di piste invernali dimenticabili. L’intera strumental ha un’energia sonnolenta e non ispirante. I ragazzi cantano chiaramente del loro amore infinito, ma perché deve sembrare così cupo? La traccia si basa su una chitarra ripetuta, così malinconica da intristire tutto il resto intorno. Le percussioni in stile trap bloccano ancora di più la dinamica del brano, appiattendo il tutto. Questa canzone sembra il pezzo di carbone in una calza della befana. Adoro i ragazzi (e gran parte della loro discografia), ma questo non è il regalo che avevo nella mia lista dei desideri.”

Lee Minhyuk dei BTOB (Huta) – Ya | VOTO 5.75

“Mi scuso in anticipo, caro fan. Non ho nulla contro Minhyuk. In effetti, per molti aspetti è il tipo di artista perfetto per pubblicare materiale da solista. È abile nel canto e nel rap e ha composto il suo primo album. Ma sfortunatamente, ‘Ya’ si basa su quasi tutti i beat musicali moderni che non mi piacciono. In ‘Ya’ si alternano moody, tone-setting con melodie dinamiche per uno stile sing-talk e intensi scoppi di hip-hop. Ciò che manca, quindi, è una linea memorabile. Il ritornello pesante non conta, poiché porta poco interesse all’intero pezzo e non offre la necessaria tregua melodica da tutto il caos che lo circonda. ‘Ya’ potrebbe essere una buona vetrina per dimostrare il talento a 360° di Minhyuk, ma come canzone è l’inscatolamento perfetto delle mie più forti critiche al K-pop negli ultimi due anni. In questo senso, posso quasi ammirarlo in modo contorto. Ma lo ammirerò da una certa distanza.”

I.M dei Monsta X feat. Elhae – Horizon | VOTO 5.5

“Horizon parte nello stile a bomba dei Monsta X, sfortunatamente la sua atmosfera oscura cade proprio nel trend attuale che mi piace davvero poco. Come ho già scritto in altre recensioni, sono molto più contento di una buona melodia che di un flusso realizzato ad arte. Quelli già affascinati dalla voce di IM troveranno probabilmente bellissimo questo brano: Horizon gli dà persino la rara possibilità di cantare, sebbene la sua voce sia tenuta prigioniera da un uso eccessivo di autotune, ma quando si arriva a questo, il ritmo languido della traccia e la melodia informe sono una battuta d’arresto a tutto ciò non riesco a farmi piacere.”

Limitless – Dream Play | VOTO 5.5

“Dream Play è noioso come il tropical K-pop. Mentre l’ascoltavo ho dovuto forzarmi per mantenere la concentrazione e sentire tutta la canzone. Questa infinita tendenza tropical pop nel kpop è come musica d’ascensore. La canzone non prende mai curve interessanti divenendo lamentosa e piatta. Senza picchi. Solo noiosa costruzione di canzoni non impegnativa.”

IZ*ONE – Vampire | VOTO 5.25

“Dopo aver ascoltato la giapponese ‘Vampire’, il mio primo pensiero è stato sulla scarsa qualità della registrazione del brano. Quando Vampire si apre con una produzione che sembra essere stata registrata da un microfono di vecchio riproduttore di cassette, è un avvertimento su quello che dobbiamo aspettarci per i successivi 3 minuti. Il brano è pieno di strati orchestrali ma contemporaneamente appiattito in un pasticcio oscuro. Per seguire una base confusa, le ragazze sono costrette a contorcere la propria voce in quel tipo di affezioni spiacevoli che definiscono il peggiore degli stereotipi del J-pop. La melodia è senza vita, troppo mediocre e lenta per essere una traccia dance e non è abbastanza convincente per esistere in qualsiasi altra veste.”

ANS – Boom Boom | VOTO 5.25

“Boom Boom è una delle tracce più generiche possibili. Il video musicale si apre in modo drammatico, promettendo uno stile dinamico e pieno di rock che sarebbe stato molto gradito nel Kpop e invece si trasforma nel solito beat tropical da seminterrato, formando la spina dorsale senza fantasia in una melodia altrettanto priva di fantasia. È difficile dire se le ANS abbiano un potenziale, poiché Boom Boom non consente loro di mostrare abilità uniche. La loro voce va bene. E, a parte alcune parti in inglesi davvero stupide, anche il rap va bene.”

Zico – Daredevil (ft. Jvcki Wai & YUMDDA) | VOTO 5.25

“Per dirla senza mezzi termini, Daredevil non fa per me. Ho scoperto che il lavoro solista di Zico è estremamente incostante e questo tipo di brani hip-hop alla moda di solito rientrano nel suo percorso. Per me, la produzione jazz e macchiata dalla trap è irritante. Ha poca ambizione, ricicla molte delle tendenze rap di questa era, tra cui alcune ad-libs vocali davvero odiose in background. Zico è riuscito a sfruttare un’atmosfera simile in modo migliore con brani come ‘Artist’. In confronto, ‘Daredevil’ è semplicemente troppo dimenticabile per lasciare un segno.”

Ha Sungwoon degli HOTSHOT – Bird | VOTO 5

“Nulla contro Sungwoon, ma già i secondi di apertura della traccia sono stati sufficienti per definire la mia opinione prima ancora di ascoltare il resto della traccia. La parte strumentale utilizza una miscela ormai familiare di sintetizzatori chirpy (ma allo stesso tempo mopey) e ritmi trap che accennano a un’aura di beat. È l’opposto della dinamica. È coffeeshop azzuffato con la peggiore delle tendenze di oggi. Per me, ‘Bird’ è l’equivalente uditivo di quegli ultimi momenti prima di addormentarti. Stai andando alla deriva dentro e fuori, non prestando davvero attenzione a nulla. È rilassante, è piacevole. Ma certamente non te lo ricorderai quando ti svegli la mattina dopo. Sungwoon canta bene e il suo tono è particolarmente accattivante quando gli viene data la possibilità di dimostrarlo. Tuttavia, temo di non essere una grande fan se questo è ciò che dobbiamo aspettarci da lui in futuro.”

Viini (Kwon Hyunbin) – Genie | VOTO 5

“Con una traccia come Genie, mi sembra di rivedere un intero genere piuttosto che una singola canzone. Potrei anche tagliare e incollare i miei pensieri su qualsiasi altra versione K-pop im questo stile. Non trovo nulla di attraente nella voce autotune, o nel languido, triste strumento strumentale guidato dalla trap. Non mi piace come la canzone mantenga la stessa bassa energia per tutto il tempo, come se fosse bloccata in una foschia deprimente di nebbia. La traccia non estrae nulla di interessante da Hyunbin come artista, né rivela alcun fascino al di là del suo aspetto. Non mostra alcun desiderio di essere diverso o vitale per il panorama K-pop.”

KARD – Dumb Litty | VOTO 4.75

“Dumb Litty è sicuramente rumoroso e questo è tutto nella canzone. È un vuoto rombo di momenti memorabili in cui i fan possono sclerare: prevedo che le reazioni più positive si concentreranno sugli stessi membri con un ‘J.Seph mi ha ucciso!’, ‘Oh mio Dio, Jiwoo! Queen!’ e cose del genere. Anche questo va bene. Gran parte del K-pop prospera in termini di performance e adorazione dell’idol, ma per me, tutto quel carisma è semplicemente la ciliegina sulla torta. E nel caso di ‘Dumb Litty’, quella glassa viene spruzzata su una trap monotona rumorosa con un ritornello ripetitivo anche nel testo. Un breve barlume di speranza si verifica durante il pre-coro, quando la percussione prende una piega più complessa e otteniamo una tregua momentanea da tutto quell’orribile rumore.”

A.C.E – Savage | VOTO 4.75

“A maggio, gli ACE ha pubblicato una delle tracce più emozionanti del 2019, Under Cover (canzone che ha avuto un voto altissimo, 9.25). “Savage” non è una buona traccia, è dura, distorta e ripetitiva e semplicemente brutta. È l’equivalente uditivo di un martello pneumatico o di un’esercitazione antincendio. Under Cover ha dimostrato che una canzone pop elegantemente costruita può sfruttare questo stesso tipo di energia in modi interessanti e avvincenti. Savage cerca di seguire le stesse intenzioni, fallendo. La canzone ha pochissima melodia e ciò che esiste non è sviluppato affatto.”

Lay (EXO) – Honey | VOTO 4.5

“Il nuovo singolo Honey è passabile, ma si distrugge volevo seguire le tendenze occidentali del momento. Sembra quasi una bozza prima che i produttori la trasformino in una melodia interessante aggiungendo strati alla parte strumentale. Quasi l’intera traccia viene eseguita con un triplet flow (tre note per un beat), il che significa che non è stato necessario alcun lavoro reale per comporlo, basta seguire il modello e riproporre lo stesso flow ogni volta. Per un artista talentuoso e carismatico come Lay, questo tipo di pigrizia sembra quasi offensiva. Il coro di Honey poteva essere sexy, Lay sembra solo annoiato, troppo legato al flusso ripetitivo della canzone per tirare fuori un gancio interessante.”

Jessi – Who Dat B | VOTO 4.5

“Who Dat B unisce il collaudato shtick di Jess riscaldato con alcuni degli elementi hip-hop più grintosi del momento. Parte del fascino di Jessi è sempre stata la sua capacità di spostarsi comodamente tra voce e rap. Who Dat B è puro atteggiamento, ma la sua insistenza sull’autotune non le fa alcun favore. Abbinata a una trap minimalista è la ricetta per la noia assoluta. Sì, la performance husky di Jessi conserva molte delle qualità che i fan adorano, ma questa è più un primo episodio di Unpretty Rapstar che una canzone.”

EXO-SC – What A Life | VOTO 3.75

“Prima che Chanyeol e Sehun di EXO debuttassero come sotto-unità ufficiale, hanno rilasciato lo scorso anno ‘We Young’ (Voto 7.75), un buon equilibrio tra hip-hop e melodia armonizzata, con un tono caldo che sfruttava l’interazione tra le voci dei ragazzi. La pre-release di questo weekend ‘Just Us 2’ ha seguito l’esempio (Voto 7.75), sebbene in misura leggermente meno riuscita. ‘What A Life’ è una delusione. Il suo suono hip-hop esagerato non fa per me, si apre con questo sintetizzatore banale, simile allo xilofono, che è diventato completamente abusato negli ultimi anni. Questo, combinato con l’insistenza del beat trap, crea una base strumentale fastidiosa. È un suono decisamente brutto, oltre a essere poco originale. Chanyeol e Sehun fanno ciò che possono con questo scarso materiale, ma lottano contro un muro. Sono entrambi bravi rapper, ma l’intero arrangiamento è così oscuro, pigro e implacabile. Senza un battito interessante da guidare, sono relegati in posa e sembrano fighi e basta. Sono artisti molto più dinamici di così ed è un peccato vedere il loro potenziale sprecato in materiale con così basse ambizioni.”

Ravi – Still Nirvana (ft. Haon & Xydo) | VOTO 3.5

“Nirvana immagina ancora un mondo in cui i computer hanno finalmente rimpiazzato i musicisti umani, sfornando battiti a buon mercato e intorpiditi dalla mente senza senso di avventura e senza cuore. In questo mondo, i timbri individuali non contano più perché la voce di tutti può essere facilmente trasformata usando lo stesso effetto letargico e confusa. La popolazione di questo mondo è troppo stanca per ballare. Si siedono semplicemente su una sedia, con lo smartphone in mano, e annuiscono con la testa mentre trasmettono in streaming un video musicale svogliato su un loop costante, non si godono la canzone, ma lo streaming perché devono solo stabilire un nuovo record su Youtube.”

6 cuori per questo articolo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.