Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Quali i migliori album K-pop del 2019 secondo i critici di Billboard?

Quali i migliori album K-pop del 2019 secondo i critici di Billboard?

| On 16, Gen 2020

Il K-pop è un macro-genere che quest’anno si è spinto ancora di più fuori dai confini e dai limiti, raccontando anche tramite i concept e i testi di nuove realtà, nuovi messaggi e nuovi obiettivi.

Quest’anno, i critici di Billboard hanno scelto i migliori album di K-pop tenendo conto di ogni messaggio, oltre la bravura del musicista.

Analizzate bene la lista e poi diteci qual è la vostra personale classifica degli album K-pop rilasciati nel 2019!

25. Day6, The Book of Us: Entropy

Quest’anno i Day6 hanno condiviso parte della loro storia attraverso la serie di album ‘The Book of Us’ e con Entropy hanno svelato una moltitudine di emozioni che portano a uno stato entropico, un momento eccentrico e dinamico e poi dolce e malinconico – TAMAR HERMAN

24. Mamamoo, reality in BLACK

‘reality in BLACK’ presentava la più vasta gamma di stili musicali che il gruppo ha affrontato fino ad oggi. Le Mamamoo, sempre capaci di proiettare carisma nella loro vocalizzazione, hanno gestito ogni canzone e genere con un’affascinante semplicità – JOSHUA MINSOO KIM

23. ATEEZ, Treasure Ep. Fin: All To Action

Questo album è un vero trionfo di ricchezze musicali. ‘Treasure Ep. Fin: All to Action’ si appoggia alle versioni precedenti mentre mostrava nuovi lati e stili musicali. Impressionante e stimolante, è un finale appropriato della serie ‘Treasure’ – TAMAR HERMAN

22. BoA, Starry Night

‘Starry Night’ potrebbe non vantare il più vistoso dei brani, ma mette in mostra un artista con una brvura invidiabile che si muove, tranquillamente, tra ballad, jazz ed R&B. È realizzato in modo così naturale che è facile dare il suo talento per scontato – JOSHUA MINSOO KIM

21. Tomorrow X Together, The Dream Chapter: Magic

Nel loro primo anno, Tomorrow X Together ha dimostrato di essere un gruppo che brilla al di là delle bellissime title-track, dimostrando quanto sia artisti a tutto tondo capaci in ogni genere – JEFF BENJAMIN

20. SF9, RPM

Gli SF9 hanno continuato il loro percorso di evoluzione musicale con ‘RPM’, che li ha visti attraversare abilmente la linea sottile tra pop morbido, setoso, synth elettrizzanti e colpi violenti – L. Singh

19. Oh My Girl, Fall In Love

Sin dal loro debutto, Le OMG hanno prodotto affascinanti canzoni pop costruite attorno alle magnifiche voci dei suoi membri e ‘Fall In Lov è il culmine perfetto di tutto. – TAMAR HERMAN

18. IU, Love Poem

‘Love Poem’ ti fa sentire completamente indifeso e umano mentre assapori varietà di amore e dolore. Inoltre è una testimonianza dell’eccezionale gestione di IU del suo talento artistico: deglutisce, vola, raggiunge le profondità del tuo cuore e tira le corde. È la definizione di serendipità cosmica – L. Singh

17. Monsta X, Follow-Find you

‘Follow-Find You’ vede il gruppo tornare a melodie e concpet più leggeri. E’ un album che unisce le due energie, opposte, di due brani che lo rappresentano, insieme ad altre tracce che mostrano quanto questo gruppo sia cresciuto -JEFF BENJAMIN

16. BTS, Map of the Soul: Persona

Quest’anno i BTS ha promosso il messaggio dall’esplorazione dell’amore per se stessi, alla comprensione di se stessi culminando il tutto con la psicologia junghiana sotto forma di ‘Map of the Soul: Persona’. Ognuna delle tracce esplora un diverso elemento di identità, un altro concetto e punto di vista- TAMAR HERMAN

15. Ailee, Butterfly

‘Butterfly’ si tuffa nel suono hip-hop con “Room Shaker” e mostra una nuova Ailee che vuole sperimentare e crescere – JEFF BENJAMIN

14. TWICE, Feel Special

‘Feel Special’ mostra delle nuove TWICE, ben lontano da quello che ci hanno abituato, e diviene davvero speciale con il suo concpet maturo e sofisticato che si percepisce in ogni sua traccia. Importante nota per la traccia “21:29”, la prima canzone scritta da tutti e nove i membri – JEFF BENJAMIN

13. Sumin, OO DA DA

La versatilità di Sumin è difficile da negare: ha scritto canzoni per Red Velvet, TWICE e BTS e con ‘OO DA DA’ dimostra quanto ricca sia la sua cultura e gusto musicale – JOSHUA MINSOO KIM

12. Baekhyun, City Lights

Tutto in ‘City Lights’ è fluido, con l’alternative R&B al centro della scena. Anche se è solo il suo primo album, l’eccellenza di City Lights ha illuminato il mondo nel 2019 – TAMAR HERMAN

11. Heize, She’s Fine

Heize parte dalle sue radici R&B, hip-hop e jazz per interpretare il significato di stare bene con delicata sensibilità e attenzione – L. Singh

10. Crush, From Midnight to Sunrise

‘From Midnight to Sunrise’ suona come un classico album soul che avresti messo su un giradischi per ascoltarlo e rilassarti. L’LP mescola ballad ispirati agli anni ’80, R&B acustico e persino battiti clubby, conquistando definitivamente chiunque l’ascolti – JEFF BENJAMIN

9. Dreamcatcher, Raid Of Dream

Con questo album, le Dreamcatcher hanno salutato la loro era “Nightmare” e hanno inaugurato un nuovo mondo mitico di orrore lovecraftiano, con sogni chimerici, maledizioni infrangibili e strani visitatori nel cuore della notte sulle base di una melodia rock, inquietanti dubstep e soft pop che danno una pausa ingannevole in un album deliziosamente elettrizzante – L. Singh

8. Stray Kids, Clé 1: Miroh

Gli Stray Kids producono e scrivono la loro musica, ma ‘Clé 1: Miroh’ è stata la loro visione musicale più chiara di un gruppo multidimensionale e senza genere: elettro-hip-hop, rap / rock, R&B, EDM uniti per dimostrare il valore del giovane gruppo della JYP – JEFF BENJAMIN

7. Giriboy, 100 Years College Course

Un altro anno, un altro motivo per ammirare la navigazione camaleontica di Giriboy tra pop e rap con ‘100 Years College Course’. Giriboy mescola generi con facilità e potrebbe insegnare a molte persone una o due cose su come creare un album coerente da canzoni che impiegano stili diversi – JOSHUA MINSOO KIM

6. GOT7, Call My Name

Guidato dalla traccia del titolo “You Calling My Name”, l’album salta da trop-house a trapp e soul con maturità. Alziamo tutti un brindisi a questo gioiello: non eravamo né pronti né degni – L. Singh

5. LOONA, [XX]

[XX] è da ritenersi uno dei miglior album del gruppo grazie a tracce sperimentali, innovative e unisce che miscela generi e le voci delle ragazze. Il cuore del progetto è senza dubbio l’ispirante singolo “Butterfly” che porta un’emozione palpabile in tutto il percorso – JEFF BENJAMIN

4. EXO, OBSESSION

Transitando da un genere a un altro con una fluidità sorprendente, OBSESSION è il lavoro più diversificato e solido dal punto di vista artistico degli EXO, dimostrando che essere un veterano del settore non significa ritirarsi nella propria zona di comfort – L. Singh

3. Lim Kim, Generasian

‘Generasian’ è una musica audace di fusion che crea una rara gemma del K-pop e nel panorama globale. Kim aveva trovato il suo tempo nel K-pop insoddisfacente: si sentiva confinata come donna e come immagine. Con ‘Generasian’ si ribella e supera i suoi limiti: “Rifiuto di essere la vostra schiava” e lo fa sperimentando e incorporando la musica tradizionale coreana – JOSHUA MINSOO KIM

2. Sulli, Goblin

‘Goblin’ è un ascolto stimolante all’indomani del suicidio di questa giovanissima artista: i testi, tutti scritti da lei, sono vissuti e stimolanti e, inevitabilmente, attirano gli ascoltatori sulle lotte per la salute mentale. Nonostante i temi complessi e cupi, queste tracce sono confortanti nella loro onestà. La cosa più interessante di ‘Goblin’ è come le sue canzoni pullulino di una curiosità provocatoria: di sé, della mortalità, di uno spazio in cui si può vivere in pace – JOSHUA MINSOO KIM

1. Seventeen, An Ode

Dopo un debutto pieno di vita, i Seventeen hanno trascorso gran parte degli ultimi due anni a capire cosa significhi essere una boy band che si allontana dal suo stile musicale standard. Producendosi da sé, il gruppo è stato in grado di sperimentare e provare nuove cose nel corso degli anni e ‘An Ode’ è il culmine di ciò e la dimostrazione del talento artistico del gruppo. E’ la dimostrazione che si può restare sinceri mentre si muta nella forma e si è ancora in evoluzione – TAMAR HERMAN

4 cuori per questo articolo

Lascia un commento

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.