Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

L'SM cacciata fuori dalle BIG3: "qualcosa è andato storto dopo gli EXO"

L’SM cacciata fuori dalle BIG3: “qualcosa è andato storto dopo gli EXO”

| On 05, Ott 2020

Terribile evento storico per l’SM Entertainment: per la prima volta negli ultimi decenni la famosa agenzia perde il suo posta tra le BIG3. Storicamente le BIG3, le tre agenzie più famose della Corea del Sud, sono state SM Entertainment, YG Entertainment e JYP Entertainment. Molte altre compagnie si sono avvicinate, ma mai nessuno è riuscita a superarle, fino ad oggi.

Negli ultimi anni la Big Hit Entertainment è cresciuta in moto esponenziale, grazie a i risulti incredibili raggiunti dai BTS e a una gestione visionaria molto attenta con cui hanno gestito economicamente e strategicamente l’azienda.

Oggi, l’SM non è più tra le BIG3 secondo la capitalizzazione di mercato delle diverse società di intrattenimento, basato sul valore delle azioni al 25 settembre (dati ufficiali tratti da Korea Exchange). Il valore delle azioni cambia spesso in queste società a ridosso dei comeback o informazioni importanti dei vari gruppi. Ad esempio le azioni della YG, dopo i tanti scandali dello scorso anno, crollarono, mentre a ridosso del rilascio di ‘Lovesick Girls’ e ‘The Album’ delle BLACKPINK c’è stato il picco del mese. Un’azienda che interessa agli investitori ha delle azioni alte, perché questi si aspettano un profitto elevato da quella società (che ritorneranno a fine anno come dividendo).

Capitalizzazione di mercato basato sulle azioni:
Big Hit: 4 trilioni 5692 milioni di won
JYP: 1 trilione 3418 milioni di won
YG: 9359 milioni di won
SM: 7891 milioni di won

Valore odierne delle azioni singole:
Big Hit: 135.000 won
YG: 52.500 won
JYP: 36.450 won
SM: 33.900 won

Come evidente, la Big Hit, da sola, è più grande di JYP Entertainment, SM Entertainment e YG Entertainment messe insieme, ed è, ormai, la più grande agenzia di intrattenimento del paese.

Molti vedono questo risultato pessimo dell’SM come il prodotto di un anno (quasi) senza EXO: nessun comeback, nessuno repackage, nessun ritorno per il gruppo più importante dell’agenzia. Non a caso, analizzando la storia dell’agenzia, alcuni affermano, in modo volutamente provocatorio, che all’SM “qualcosa è andato storto dopo gli EXO”.

Ad oggi la situazione sembra non essere delle migliori per l’SM. La Big Hit ha puntando molto su nuovi gruppi, i TXT stanno andando benissimo e debutteranno a breve anche i vincitori di I-Land, una joint venture della Big Hit con il colosso CJ E&M, inoltre gestiscono il gruppo kpop più potente al mondo, i BTS, che gli consente una sicurezza e stabilità nei prossimi anni.

La YG sta andando benissimo con le BLACKPINK anche a livello internazionale e sembrano essere l’unico gruppo capace di poter affrontare i BTS, al momento, fuori dal territorio coreano.

La JYP sembra già aver centrato il bersaglio con le new entry Niziu, un progetto interessantissimo orientato soprattutto al Giappone, il secondo mercato musicale al mondo per introiti che non si lascia influenzare delle mode americane e che raramente vede brani non-giapponesi entrare in TOP50 di qualsiasi classifica. La scelta di puntare al Giappone, pone la JYP lontana dalla sfida BTS/BLACKPINK in campo americano (che difficilmente potrebbe vincere), scegliendo di concentrarsi su un mercato che sembra interessare di meno ai suoi concorrenti ma che è davvero molto redditizio.

L’SM, invece, cosa sta facendo? Il 2019, ma soprattutto il 2020, è stato l’anno in cui l’SM non ha gestito affatto il loro miglior gruppo per incassi, gli EXO, e i risultati sono ben visibili. Le Red Velvet vanno benissimo e sono molto amate in patria; gli NCT hanno un ottimo fandom, molto stabile, vendono molto album (‘Neo Zone’ è oltre 800.000 copie), ma lo stile molto sperimentale non li rende facilmente fruibili o vendibili all’estero; proprio per il mercato internazionale sono stati creati i SuperM, gruppo a progetto con alcuni selezionati dai gruppi maschili dell’SM. I SuperM, però, non funzionano come dovrebbero. Nonostante vi siano membri degli EXO, SHINee, NCT, gruppi che da soli vendono moltissimi CD, il primo EP del gruppo non ha superato le 200.000 copie ma, ancora più grave, l’impatto e il successo negli USA e in Europa non c’è stato.

Gli investitori, in pratica, non sembrano intenzionati a investire sull’SM perché, probabilmente, non vedono un futuro o un vero guadagno in quest’agenzia. Voi cosa ne pensate?



8 cuori per questo articolo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.