Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Lo strano caso del C-pop: cosa ha proposto nell'ultimo anno la musica cinese?

Lo strano caso del C-pop: cosa ha proposto nell’ultimo anno la musica cinese?

| On 21, Apr 2019

E’ accaduto a volte di leggere articoli o notizie in cui emittenti o compagnie coreane accusavano agenzie cinesi di aver copiato loro idee senza consensi, così come abbiamo visto, prima della crisi missilistica tra Cine e Corea del Sud THAAD, il forte interesse che le società d’intrattenimento coreane avevano nei confronti del mercato cinese, molto amplio e molto redditizio: il collegamento, anche musicalmente parlando, tra Cina e Corea del Sud vi è stato e ha influenzato alcuni programmi TV e, forse adesso, anche la musica.

E’ opinione comune considerare il C-pop o Mando-pop un sottogenere non convincente, perché non innovativo, già sentito o troppo classico; eppure, da circa un anno, qualcosa sembra essere cambiato nel sound della nuova generazione di artisti cinesi. Complici i programmi come Produce 101/Idol Producer e Rap of China, è nata una nuova corrente musicale diversa, più elettronica, dance e, per concept e immagine, vicina al K-pop.

Da Idol Producer e Produce 101 China sono stati creati alcuni dei gruppi più interessanti: il programma ha avuto molto successo (tanto che è da poco iniziata anche la seconda stagione) quindi questi gruppi hanno debuttato già con un grande fanbase. I fanbase cinesi sono una potenza, sono organizzati, pieni di fondi e molto attivi, non è un caso che tre trainee della Yuehua Entertainment a Idol Producer nella votazione digitale abbiamo complessivamente ricevuto 49 milioni di voti.

Nine Percent – Vincitori di Idol Producer
Non è sbagliato definirli uno dei gruppi più noti in Cina dell’ultimo anno se consideriamo che il loro EP di debutto venduto solo digitalmente, To The Nines, pubblicato a novembre 2018 (sette mesi dopo la loro formazione) ha portato un fatturato di oltre due milioni di dollari.

NEX7 – Trainee della Yuehua Ent e tre membri dei Nine Percent
In otto mesi il gruppo ha già pubblicato tre EP e due MV per due singoli, uno più dance e l’altro, ‘Back To You’, più riflessivo e romantico. Il gruppo è già attivo in drama e varietà e sta tenendo anche il primo tour/serie di fanmeeting in buona parte dell’Asia.

ONER – Rinati dopo Idol Producer
Prima noti come BC221, hanno trovato la popolarità e ri-debuttato dopo Idol Produce conquistando un numero sempre crescente di fan e pubblicando il primo EP, Allergy, ad agosto 2018. L’MV di ‘DAZZLE’ contiene delle ambientazioni note a molti fan del kpop perché il regista e il team che lo ha ideato è coreano.

Mr.Tyger – Pronti a conquistare Idol Producer 2
Nonostante abbiamo già pubblicato un album, To the Future, con coinvolgenti pezzi dance ed EDM, il gruppo parteciperà al programma per rimettersi in gioco. Uno dei loro MV ha ricevuto 2 milioni di visualizzazioni in due giorni ed è stato uno dei video più popolari della settimana, buon risultato per il gruppo al debutto.

Awaken-F
Come nei casi precedenti, è un gruppo che ha debuttato poco prima di partecipare ad Idol Producer ove hanno trovato popolarità.

MR-X
Debutto nel 2018 anche se precedentemente erano noti come L.U.S.T., hanno solo tre singoli all’attivo dallo stile dance ed EDM. Due di loro sono stati trainee di una sub-label della CUBE Entertainment.

BBT
Debutto a novembre del 2017 e, come nei casi precedenti, grazie a Idol Producer tornano con più popolarità nel 2018. Hanno anche rilasciato un singolo insieme a Ziyi dei Nine Percent e adesso promuovono come sub-unit con tre membri.

Rocket Girls – Vincitrici di Produce 101
I fan per supportare le loro amate e far vincere questi nove membri hanno speso, nell’ultima puntata, 6 milioni di euro, questo dovrebbe bastare a far capire l’impatto che lo show ha avuto e il fandom che questo gruppo aveva già prima del debutto.
Hanno un EP e quattro singoli già pubblicati, oltre ad aver vinto premi come ‘nuovo artista più popolare’ nelle principali premiazioni cinesi.

S.I.N.G – Camaleontiche
Le S.I.N.G (Super Impassioned Net Generation), debutto nel 2015, nonostante gli anni trascorsi sono quanto di più camaleontico e particolare: alcune volte optano per uno stile tradizionale cinese, altre volte sembrano perfette per il j-pop, altre volte ancora potrebbero essere scambiate per un gruppo coreano pop. Tutto riesce molto bene a questo gruppo che, dopo un’apparizione a Produce 101 China di un membro, ha anche vinto due premi come ‘star nascenti’ nel 2018.

SNH48 – Sorelle delle AKB48
Come la controparte giapponese, sono diverse ragazze che in base alla popolarità e ai voti partecipano agli MV/singoli. I generi e i concept toccati sono davvero tantissimi. Nel 2016 sono diventati indipendenti dal produttore giapponese e sono nate diversi gruppi: le SNH48 di Shanghai sono state affiancate dalle BEJ48 (Pechino), GNZ48 (Guangzhou), SHY48 (Shenyang), CKG48 (Chongqing) e a breve debutteranno le Idols Ft.

Blue V / COLOR GIRLS / 7SENSES – Sub-unit delle SNH48
La cosa più interessante dell’immenso gruppo sono, però, le sub-unit stabili: le Blue V, le COLOR GIRLS e le 7SENSES, ognuna con uno stile ben definito e chiaro. Le 7SENSES si sono allenate a lungo in Corea del Sud, ‘Swan’ è stata pubblicata anche in coreana (scritta da LE delle EXID) e la sub-unit ha vinto il premio come ‘Asia Artist Awards’ in Corea del Sud sia nel 2017 che nel 2018.


MERA
Le MERA hanno debuttato nel 2017 e da allora ne hanno fatta di strada: ‘Winter Miracle’ è stata composta da Amber delle f(x) e Jieun delle Secret e parte del gruppo ha partecipato a Produce 101 China.

Il percorso dei nuovi idol cinesi non è assolutamente semplice: si muovono in un paese in cui non esistono vere e proprie classifiche digitali da un punto di vista musicale, così non si è soliti acquistare CD musicali e la maggior parte degli acquisti è fatta online. Di conseguenza gli idol raramente pubblicano CD fisici, ma gli EP sono quasi esclusivamente digitali. Un album digitale ha un costo minore, quindi porta anche un guadagno minore. A questi problemi si aggiunge anche l’assenza di veri e propri programmi musicali. Da poco la piattaforma streaming iQiYi ha creato la prima classifica per i brani più visti sulla sua piattaforma e prodotto gli show musicali sopra citati insieme a King of Pop, Birth of a Star e Hot-Blood Dance Crew, tutti show iniziati l’anno scorso che hanno avuto un notevole successo.

14 cuori per questo articolo

Lascia un commento

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.