Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

L'insostenibile costo degli attori principali dei drama coreani: chi paga le conseguenze?

L’insostenibile costo degli attori principali dei drama coreani: chi paga le conseguenze?

| On 04, Nov 2019

“Il compenso degli attori può essere paragonato al prezzo degli appartamenti: anche se l’economia peggiora, non diminuiscono mai.”

Tre funzionari di stazioni drama e rappresentanti delle società di outsourcing hanno deciso di sospendere (provvisoriamente) la produzione dei drama e riunirsi per discutere di quello che è sempre più un problema difficile da gestire: il costo esorbinatante -e sempre in crescita- dei compensi degli attori principali.

Il costo di produzione di un drama si aggira, di solita, tra i 500 e i 700 milioni di won a epidosio. Quanto costa l’attore protagonista? Nel caso di un drama trasmesso all’inizio di quest’anno, l’eroe maschile ha guadagnato 150 milioni di won, la protagonista femminile circa 70 milioni di won, compensi per ogni episodio. In pratica circa il 30% del presunto badget viene usato per pagare gli attori protagonisti. E’ ovvio che quando una produzione deve spendere una somma così elevata per gli attori, deve risparmiare sul resto dello staff e sulla qualità del drama stesso: si pagano solo costi minimi di produzione e si ci affida a società esterne per la consegna del prodotto finito -a basso costo-. Un funzionario della SBS ha dichiarato: ‘In questo caso, i costi di produzione sono pagati dalle società outsourcing/esterne e vengono pagate con le entrate pubblicitarie dei drama. Le emittenti tendono anche a organizzare i lavori nella parte iniziale, poiché le star devono attirare l’attenzione degli inserzionisti”.

In seguito a drama di grande successo, come “Winter Sonata” nel 2002 che ha fatto esplodere la Korean Wave in Giappone, seguita da ‘You from the Star’ nel 2013, oppure quando “Love from the Star” nel 2013, “Descendants of the Sun” nel 2016 hanno conquistato la Cina, il valore degli attori è salito alle stelle. Per convincere Lee Jun-Ki, amatissimo in Cina, a partecipare al remake “Scarlet Heart: Ryeo’ è stato pagato 400.000 won a episodio in un drama. Ad oggi, però, la situazione è cambiata: il Giappone ha nuovamente perso interesse nei drama coreani e li acquista (e vede) ormai a basso prezzi. Allo stesso modo il mercato cinese è quasi totalmente bloccato dal 2016-2017. Eppure anche se calano i profitti, i prezzi degli attori, invece, restano identici ed elevati da sostenere.

Il problema, inoltre, spesso si trasferisce sullo staff che lavora ai drama: sentiamo spesso di lavoratori sul set che aspettano da anni ormai il loro stipendio, dopo promesse e ritardi ingiustificati, molto più rari, invece, gli attori protagonisti che non hanno ricevuto il loro compenso. In media lo staff lavora dalle 3-4 del mattino fino alle 11 la sera (ma a volte anche più tardi) con un solo giorno di pausa al mese, tutto questo per -in media- 1000/1500 euro al mese. (Articolo: Si lavora anche 15 ore al giorno sul set dei drama in Corea del Sud)

9 cuori per questo articolo

Lascia un commento

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.