Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Le WASSUP collaborano con la produttrice TĀLĀ e MssingNo per l'alternativa 'Tell Me'

Le WASSUP collaborano con la produttrice TĀLĀ e MssingNo per l’alternativa ‘Tell Me’

| On 12, Set 2015

Le Wassup collaborano con TĀLĀ, una produttrice londinese di origine iraniane, e con MssingNo in questo suo nuovo pezzo ‘Tell me’.
‘Tell me’ fa parte di ‘MALIKA’, un progetto ambizioso di TĀLĀ che l’ha spinta a girare il mondo e avvicinarsi alla Corea, per innovare il pop coreano con le WASSUP in una pista particolare e unica. TĀLĀ ha più volte ringraziato le WASSUP per il loro impegno sul suo account Twitter, anche se il gruppo e la produttrice non si sono mai incontrate, facendo nascere e concludere questa speciale collaborazione online.

Tell Me’, come ogni altro brano di TĀLĀ, è una traccia piena di vita e colore, irregolare e scomposta, un insieme di diverse influenze e un suono quasi al limite della coerenza che incanta e conquista.

TĀLĀ ha parlato in un’intervista di questa speciale collaborazione con artisti della Corea del Sud e di come ha trovato ispirante questa esperienza. “Sento che mi abbia spinto come produttore, perchè la sfida è quella di portare il mio suono all’artista per creare qualcosa di completamente unico e fresco per entrambi. E’ gratificante quando abbiamo qualcosa di cui siamo orgogliosi, anche se non sappiamo dirlo a causa di diverse lingue parlate.”

Spiegando com’è nato il brano, invece, ha parlato dell’assenza di un vero incontro con il gruppo: “Io e MSSINGNO abbiamo inizialmente lavorato al brano insieme con nessuna intenzione di coinvolgere le WASSUP fino a quel momento. Facemmo una semplice demo fuori di testa. Ho avuto poi un’idea per modificarla e ho seguito il flusso. Non abbiamo avuto la possibilità di incontrare o lavorare direttamente con le WASSUP. Era un’idea che ho avuto e siamo riusciti a gestire il tutto con internet. Mi piacerebbe incontrarle un giorno di persona quando avrò la possibilità di fermarmi in Corea del Sud.”

4 cuori per questo articolo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!