Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Key degli SHINee vittima delle sasaengs

Key degli SHINee vittima delle sasaengs

| On 25, Apr 2016

Solo qualche settimane fa, vi abbiamo parlato di Taeyeon delle Girls’ Generation (CLICK) che, stanca delle miriadi di telefonate ricevute dai sasaengs, ha deciso di denunciare queste persone, tramite uno screenshot, postato poi sul suo account personale di Instagram.

Questa volta, a ribellarsi è stato Key degli SHINee che, dopo esser stato aggiunto in una chat di gruppo su Kakao Talk, ha ricevuto oltre 600 messaggi alle 6:00 del mattino.

Stanco di questa situazione, ha caricato uno screenshot della chat e scritto di impulso uno sfogo sul suo account Instagram, poi successivamente modificato.

 

 

Questo il primo messaggio: “Non vi potete definire fan, voi poverette, erano le 6:00 del mattino, ultimamente sto soffrendo a causa di innumerevoli messaggi e chiamate. Questo è un vero e proprio insulto e non lo ammetterò più. Vivete in modo più produttivo”.

Nel messaggio modificato invece ha scritto: “Non vi potete definire fan, voi poverette, erano le 6:00 del mattino, ultimamente sto soffrendo a causa di innumerevoli messaggi e chiamate. Questo è un vero e proprio insulto e non lo ammetterò più. Per favore, voi che mi avete inviato più di 600 messaggi, smettetela”.

Dall’immagine, come potete vedere, le fan che gli hanno scritto, hanno quasi tutte come immagine del profilo, membri dei BTS e questo, ha messo in cattiva luce le ARMY che, si sono ritrovate a dover far fronte a vari insulti, in particolare dalle Shawol.

Attaccare un intero fandom, sembra del tutto insensato anche perché, come potete leggere dalla foto postata da Key, una delle sasaengs ha scritto in chat “ho aggiunto qualche idol”, il che porta a pensare che probabilmente non siano solo fan dei BTS, ma persone che seguono più gruppi. Inoltre, anche se fossero semplicemente delle ARMY, non sembra giusto prendersela con un intero fandom per qualche “pecora nera”.

Quello che, invece, fa più riflettere sono gli insulti nei confronti di Key, “colpevole” di aver pubblicato i nomi delle sasaengs. Leggendo alcuni commenti sul web, si rimane inermi, e ci si chiede come sia possibile non comprendere la frustrazione che ha portato un ragazzo come Key a denunciare pubblicamente queste persone.

sasaneg_key_shinee

Inutile parlare poi degli insulti gratuiti delle stesse ragazze che lo hanno tartassato di messaggi. Fieramente, si definiscono “iSaeng” (gruppo di sasaeng internazionali), e forse, questo, fa ancora più paura.

isaeng_key_shineesasaeng_key_shinee_01sasaeng_key_shinee_02

Se si parlava di sasaeng, si pensava solo a fan coreane, al massimo giapponesi e cinesi. Ci si rimaneva sbigottiti e arrabbiati a sapere alcune delle loro azioni, ma allo stesso tempo, era un “mondo” lontano, al quale assistevamo tramite una finestra che il web ci apriva.

Adesso, invece, siamo proprio noi il problema. E’ vero, siamo lontani dalla Corea, probabilmente, per molte, sarà difficile poter assistere ad un concerto del proprio beniamino. La voglia di scrivergli “ti amo” è tanta, magari  facendogli anche sapere il paese di provenienza, oppure chiedere qualcosa della quotidianità del nostro idol preferito, per sentirci un passo più vicini a loro.

La tentazione c’è, però forse, dovremo fare un piccolo passo indietro e tornare alla nostra finestra e pensare a quando guardavamo inermi il male che questo genere di “fan” provoca ai nostri amati idol.

Un solo vostro messaggio si aggiungerà ad altri centinaia. Siete sicuri di voler fare questo?

44 cuori per questo articolo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!