Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

I K-pop trainee vengono pagati?

I K-pop trainee vengono pagati?

| On 03, Nov 2019

Domanda dalla risposta ipoteticamente semplice ma, in realtà, ha diversi sviluppi che sono interessanti e importanti: i trainee che firmano contratti con le agenzie di intrattenimento coreane, più o meno piccole, vengono pagati? Sentiamo spesso parlare di ‘debito per il debutto’, un insieme di spese per debuttare che considerano anche tutte le spese sostenute dall’agenzia per addestrare i futuri idol: nel caso un trainee non riesca a debuttare, deve restituire qualcosa alle agenzie? Nel caso un trainee decida di cambiare agenzia, deve ‘rimborsare’ la vecchia compagnia?

Una prima distinzione riguarda la grandezza delle agenzie: le 3 BIG, SM, YG e JYP, non pagano i loro trainee durante il periodo di training ma garantiscono vitto e alloggio, rimborso per pasti, cose necessarie e vestiti e i trainee sono tutti in un dormitorio messo a disposizione della compagnia. Nella maggior parte delle agenzie, al debutto il gruppo ha un debito nei confronti della compagnia, ossia la somma di tutte le spese di training, vitto, alloggio, vestiti, MV, produzione, canzoni, trasporti, staff e qualsiasi spesa collegata alla loro vita di trainee e al loro debutto. Queste tre agenzia, di fatto negli ultimi 10 anni, hanno eliminato il ‘debito’ da restituire alla compagnia anche perché provenendo da agenzie famose, spesso hanno successo fin da subito con molti contratti pubblicitari. Dato il successo quasi scontato, quindi, le 3 BIG hanno eliminato questo debito che non pesa né sui nuovi idol, né sugli trainee che non hanno debuttato o che hanno scelto di cambiare agenzia.

Un ex trainee, presumibilmente dell’SM, ha anche rivelato che la società divideva i suoi trainee in due gruppi: “debut class” e “regular class”. La “debut class” consisteva generalmente in circa 20 trainee e l’altra classe di solito ne aveva circa 50-60. La “debut class” firma contratti di tirocinio con l’azienda e ricevuto maggiore attenzione, a volte anche apparizioni in MV di altri artisti. Coloro che si esibiscono bene ricevono un “contratto d’artista”, il che significa che presto debutteranno. I trainee di questa agenzia non venivano pagati in questa agenzia, ma avevano vitto e alloggio gratis quando vivano a due ore di distanza dalla compagnia. Quando i trainee decidono di andarsene prima di debuttare, rinunciando agli anni di allenamento, l’agenzia generalmente propone alternative e li presentano a compagnie minori dove possono continuare la formazione e sperare di debuttare.

Nelle agenzie più piccole, invece, cosa succede? Alcune agenzie, invece, danno un’indennità settimanale, una cifra minima ai trainee, che verrà considerata nel debito del gruppo e che, spesso, ammonta a 25/30 euro al mese, una sorta di paghetta. Generalmente sono le agenzie mediamente note a farlo.

La maggior parte delle agenzie, invece, non danno né stipendio né rimborso spese ai trainee e tutti i costi sostenuti -vitto e alloggio-, come abbiamo già detto sopra, vengono sommati nel debito di ogni persona al debutto. Se un trainee abbandona il training o l’agenzia prima del debutto deve ripagare i costi che l’agenzia ha investito: le G-FRIEND dovevano essere formate da sette membri ma una delle ragazze, qualche mese prima del debutto, ha abbandonato il gruppo e l’agenzia ed, dopo una battaglia legale, ha dovuto risarcire l’agenzia del debito, circa 11.000 euro.

Nel caso in cui il trainee venga eliminato dall’agenzia dopo una valutazione, perché non adatto, il suo debito viene annullato.

8 cuori per questo articolo

Lascia un commento

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.